Processo civile telematico

Questo sito eredita i contenuti del blog avvocatotelematico.wordpress.com che, raggiunti i quai 8 milioni di visite, necessitava di un restyling e di una rivisitazione tecnica. Il sito è ora ospitato in un sottodominio del sito www.studiolegalearcella.it ed è privo di inserzioni pubblicitarie

Notifiche telematiche

Teoria "basic" per le notificazioni telematiche dell'avvocato

Blog "AvvocatoTelematico"

Articoli, "quesiti e risposte" e tutto quanto già pubblicato su "AvvocatoTelematico"

Modelli e formule

Modelli di attestazioni di conformità, relate di notifica ed altro

Raccolta normativa

La raccolta normativa sul PCT in pdf interattivo

Comunicazioni di cancelleria

Tutto (o quasi) c'è da sapere sulle comunicazioni di cancelleria

FAQ sul PCT (FIIF)

Risposte a domande frequenti sul PCT (dal sito FIIF)

Ultimi articoli pubblicati

Quesiti e risposte: deposito telematico del controricorso per cassazione, che cosa va indicato nei campi della maschera “spese di giustizia”

D: Le scrivo dopo aver ascoltato su YouTube un suo pregevole ed interessantissimo intervento al convegno AGI sui depositi telematici in cassazione. 

Sto iscrivendo a ruolo un controricorso in cassazione (meramente difensivo) a mezzo PCT. Ho reperito il numero di RG del ricorso ed ho preparato la busta telematica. 

Ho un dubbio riguardante le “spese di giustizia”. Nella sezione del redattore dedicata alle spese di giustizia (CU; Integrazione ex L. 69; dir. di registrazione; spese notifica avvocati”), vi sono una serie di caselle da spuntare: “esente”; “versato”; “non versato”. Non dovendo io adempiere al pagamento delle spese di giustizia, quale casella a suo avviso devo spuntare?

R: Gentile Collega, nella maschera  “spese di giustizia” non deve inserire la spunta nella casella “spese di giustizia (dati contributo unificato)“.

Tale “flag”, che attiva l’obbligatorietà delle successive informazioni relative al c.u., all’integrazione ex at. 69 ed alla marca da 27 €, va  infatti adoperata esclusivamente nel caso di ricorso e del controricorso con ricorso incidentale.

 

 

GIORNATA EUROPEA DELLA GIUSTIZIA CIVILE 2022 – Napoli, 17 novembre 2022

La giornata europea della giustizia civile è un evento previsto dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea fin dal 2003 e persegue l’obiettivo di informare adeguatamente i cittadini sulle modalità di funzionamento della giustizia civile al fine di avvicinarli alla giustizia e migliorare l’accesso al servizio giudiziario. Ogni anno il Consiglio Superiore della Magistratura invita i dirigenti degli uffici giudiziari affinché provvedano a organizzare, in accordo con le istituzioni, gli enti privati e gli ordini professionali disponibili, iniziative opportune per la celebrazione di tale giornata. Quest’anno il Consiglio Superiore ha suggerito di dedicare l’evento ad un momento di riflessione e di confronto sulle recenti riforme che hanno interessato la giustizia civile, con la previsione di nuove norme del codice civile e di procedura civile, finalizzate a realizzare l’efficienza del processo, nonché a razionalizzare i procedimenti in specifici settori (famiglia, esecuzione forzata), introducendo, altresì, numerose misure organizzative, al fine di implementare sia la digitalizzazione e l’informatizzazione degli Uffici e dei procedimenti, al passo con l’innovazione tecnologica, sia la struttura dell’Ufficio del processo, con l’assunzione di numerosi funzionari addetti a tale ufficio, per contribuire ad accelerare la definizione dei giudizi pendenti, il tutto nell’ottica del possibile contemperamento tra efficienza del sistema e qualità della giurisdizione. La Corte di Appello di Napoli, il Tribunale di Napoli, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, con la collaborazione della Scuola della Magistratura, Struttura distrettuale di Napoli, hanno pertanto organizzato una tavola rotonda chiamando a parteciparvi alcuni dirigenti degli uffici giudiziari coinvolti, rappresentanti dell’Avvocatura, magistrati impegnati in vari settori su cui inciderà maggiormente la riforma, docenti universitari e addetti all’Ufficio del Processo, alla presenza di vari operatori del diritto, dei tirocinanti presso gli uffici giudiziari, di alcuni studenti universitari di giurisprudenza e della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali. Lo scopo dell’iniziativa è quello di procedere ad un primo esame degli effetti prodotti dal recente ingresso di nuove figure professionali di ausilio nel settore della giurisdizione civile, e di aprire un focus di discussione sulle nuove norme che a breve caratterizzeranno il processo civile, sugli strumenti previsti e sul impatto complessivo sul sistema della giustizia civile. Il tutto con un linguaggio semplice – favorito dalla presenza di giornalisti professionisti – facilmente comprensibile anche ad un uditorio non specialistico, in grado di far percepire a tutti le varietà dei punti di vista, chiedendo direttamente a chi opera sul campo il proprio parere.

Qui la locandina i formato PDF: LOCANDINA GIORNATA EUROPEA 2022

Depositi telematici dinanzi alla Corte di Cassazione obbligatori dal 1° gennaio 2023: video

Come noto, con l’entrata in vigore dell’art. 196-quater disp. att. c.p.c. ed ai sensi dell’art. 35 del D.Lgs. 149/2022, dal 1° gennaio 2023 i depositi degli atti in materia civile presso la Corte di Cassazione dovranno avvenire esclusivamente in modalità telematica.
Il video che segue è stato realizzato in occasione dell’evento del 14 Ottobre 2022, a Roma, organizzato dall’AGI (Associazione Giuslavoristi Italiani) nell’ambito di un ciclo di incontri dedicato al giudizio per cassazione: esso illustra le modalità di deposito telematico ed affronta alcune delle più rilevanti questioni al riguardo.
Buona visione.