Avvocato Telematico

Processo civile telematico

Questo sito eredita i contenuti del blog avvocatotelematico.wordpress.com che, raggiunti i quai 8 milioni di visite, necessitava di un restyling e di una rivisitazione tecnica. Il sito è ora ospitato in un sottodominio del sito www.studiolegalearcella.it ed è privo di inserzioni pubblicitarie

Notifiche telematiche

Teoria "basic" per le notificazioni telematiche dell'avvocato

Blog "AvvocatoTelematico"

Articoli, "quesiti e risposte" e tutto quanto già pubblicato su "AvvocatoTelematico"

Modelli e formule

Modelli di attestazioni di conformità, relate di notifica ed altro

Raccolta normativa

La raccolta normativa sul PCT in pdf interattivo

Comunicazioni di cancelleria

Tutto (o quasi) c'è da sapere sulle comunicazioni di cancelleria

FAQ sul PCT (FIIF)

Risposte a domande frequenti sul PCT (dal sito FIIF)

Ultimi articoli pubblicati

Agid adotta AkomaNtoso come standard per la documentazione giuridica

Si segnala che, con Circolare n. 2/2019 del 17/7/2019, l’AGID  ha individuato in Akoma Ntoso uno dei formati aperti standard per la documentazione giuridica in sostituzione del “formato per la rappresentazione elettronica dei provvedimenti normativi tramite il linguaggio di marcatura XML”  emanato dall’Autorità per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (AIPA) con Circolare del 22 aprile 2002 n. AIPA/CR/40.

Il linguaggio Akoma Ntoso (“cuori collegati” nella lingua Akan dell’Africa occidentale) definisce strutture xml idonee a modellare documenti parlamentari, legislativi (si ricorda, al riguardo, che tale linguaggio è già adoperato per la pubblicazione degli atti parlamentarli di Camera e Senato) e giudiziari, consentendo di preservare nel tempo le caratteristiche giuridiche e tecnologiche, con un aumento esponenziale del valore rappresentativo e comunicativo delle informazioni contenute nei documenti stessi.

Si ringrazia il canale Cyberlaw per la segnalazione.

Attenzione: entro il 31/10/2019 occorre aderire al servizio “fatture ricevute in qualità di consumatore finale”

Si ricorda che dall’1/7/2019 ed entro il 31/10/2019 è possibile (ed è consigliabile) aderire  al servizio di “Consultazione” delle fatture elettroniche nell’area personale del sito dell’Agenzia delle Entrate. A partire dal 1° novembre 2019, infatti, sarà possibile (per chi abbia aderito al servizio) consultare (ed effettuare il download) delle fatture elettroniche relative agli acquisti in qualità di consumatore finale (fatture rilasciate con il codice fiscale).

Come segnalato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, infatti, “Sia gli operatori Iva sia i consumatori finali (questi ultimi solo per le e-fatture ricevute) hanno tempo fino al prossimo 31 ottobre per aderire al servizio e accedere così al proprio archivio di e-fatture trasmesse fin dal 1° gennaio 2019, data di entrata in vigore dell’obbligo generalizzato. Dopo il 31 ottobre 2019, in caso di mancata adesione, le fatture elettroniche non saranno più consultabili ed entro il 30 dicembre 2019 l’Agenzia provvederà a cancellare i file xml, in linea con le soluzioni individuate con il Garante privacy (Provvedimento del 21 dicembre 2018)“.

Si può scegliere di aderire al servizio anche in un secondo momento: tuttavia, se l’adesione avviene dopo il 31 ottobre, saranno consultabili solo le fatture emesse  e ricevute dal giorno successivo all’adesione. Sempre possibile recedere dal servizio. In questo caso, le e-fatture emesse e ricevute non saranno più consultabili dal giorno successivo al recesso.

L’adesione al servizio va effettuata accedendo all’area riservata di Entratel o Fisconline (sito Agenzia delle Entrate) adoperando le credenziali ricevute oppure SPID e seguendo le istruzioni che compaiono a video a partire da questa schermata:

 

AVVISO: Interruzione servizi informatici settore civile modifiche correttive – Luglio 2019

Fonte DGSIA

18/07/19

Si comunica che, al fine di consentire l’installazione di modifiche correttive sui sistemi del civile si procederà alla interruzione degli stessi con le seguenti modalità temporali:

  • per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale, compresi i giudici di pace, il Portale dei Servizi Telematici, il Portale delle Procedure Concorsuali e il Portale del Registro delle Procedure dalle ore 17:00 del giorno venerdì 19 luglio e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno lunedì 22 luglio c.a.

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e saranno, quindi, disponibili le funzionalità relative al deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.
Durante le summenzionate interruzioni programmate non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Per tutti gli utenti “interni” (Magistrati e cancellieri), durante il periodo di interruzione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria e quindi, per i cancellieri, non sarà possibile procedere all’aggiornamento dei fascicoli, all’invio dei biglietti di cancelleria e all’accettazione dei depositi telematici, mentre non sarà possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato e sulla Consolle del PM.

Si rammenta che l’attività di manutenzione del Portale dei Servizi Telematici renderà indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile e, in particolare:

  • l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  • Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  • tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  • tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  • i pagamenti telematici compreso il pagamento del contributo di pubblicazione di un’inserzione sul Portale delle Vendite.