Avvocato Telematico

il "Polisweb"

il "Polisweb"

1) Che cos’è?   

Il servizio Polisweb è un sistema che consente la consultazione telematica dei registri informatici delle cancellerie dei Tribunali, delle Corti d’Appello e degli altri Uffici giudiziari che adottano questo sistema.

La consultazione avviene da remoto tramite la rete internet, da qualunque computer connesso alla rete ed è consentita soltanto ai soggetti ad essa autorizzati (avvocati, parti e consulenti).

Mediante Polisweb ogni avvocato può accedere alle informazioni relative ai soli fascicoli nei quali risulta costituito in cancelleria. E’ possibile anche avere informazioni in merito ai procedimenti in cui il cliente dell’avvocato è stato convenuto in giudizio, purché l’avvocato conosca i nomi delle parti e la data dell’udienza di comparizione indicata nell’atto introduttivo (funzione “Archivio fascicoli”).

Le informazioni disponibili riguardano i dati completi del fascicolo così come sono visibili al Cancelliere ed ai Magistrati. In futuro esse saranno ampliate, consentendo l’estrazione di copia autentica dei documenti prodotti dalle parti, dei provvedimenti del giudice, delle comunicazioni di cancelleria, etc..

Allo stato, dove il servizio funziona nel pieno regime “allo stato dell’arte”, è possibile scaricare copie pdf degli atti del giudice e delle parti, ove depositati telematicamente o precedentemente scansionati dalla Cancelleria.

Insomma, l’equivalente del contenuto cartaceo dei fascicoli d’ufficio e di parte. I dati possono essere consultati in ordine cronologico o in ordine di fascicolo.

 Per visionare e scaricare i documenti allegati alle memorie (proprie o avversarie), effettuato l’accesso autenticato al sito pst.giustizia.it e rintracciato il fascicolo che interessa, nella sezione “documenti” si rinverranno gli atti e le memorie depositate. Cliccando sul segno “+” a sinistra dell’atto che si vuole esaminare, viene “esplosa” la lista dei relativi allegati scaricabili.

2) “Non vedo un mio fascicolo: cosa devo fare?         

1) Occorre dapprima verificare se l’Ufficio Giudiziario presso cui è iscritto a ruolo il fascicolo espone i registri di riferimento (contenzioso e/o esecuzioni), controllando sul sito pst.giustizia.it, sezione “Uffici Giudiziari”.

2) Occorre sincerarsi di essere stati inseriti, e correttamente, nell’anagrafica dell’Ufficio, con particolare riferimento al Codice Fiscale (identificativo univoco di ogni utente esterno). Va tenuto presente che, nel caso di più difensori in delega congiunta o disgiunta, l’Ufficio provvede all’inserimento a sistema di tutti i nominativi, allo stato, solo dietro esplicita richiesta. Ciò vale anche, e a maggior ragione, per i fascicoli fuori Distretto.
In generale, pertanto, vale la regola in base alla quale i dati esposti dai sistemi Polisweb sono amministrati direttamente dagli Uffici Giudiziari titolari.

In caso di errori, è necessario richiedere la “bonifica” dei propri dati (consultare il sito del Tribunale di Napoli).

3) Un fascicolo di mia pertinenza non contiene alcuni eventi o contiene annotazioni errate: perché? Cosa devo fare?

Ciò dipende da un incompleto o errato caricamento dei dati del fascicolo nel sistema informatico da parte della Cancelleria: occorre rivolgersi direttamente alla Cancelleria interessata.

4) Perché non visualizzo i documenti nel PolisWeb PCT, nonostante sia presente la funzione apposita nell’interfaccia?     

Ciò dipende dal fatto che le Cancellerie non hanno la possibilità (logistica) di digitalizzare gli atti e i documenti cartacei presenti nel fascicolo d’ufficio. Atti e documenti saranno resi disponibili a mano a mano che perverranno alle Cancellerie in formato elettronico “nativo” dall’esterno (avvocati, esperti e ausiliari del Giudice) e dall’interno (Giudici) del sistema.

robertoarcella

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: