CNF: FAQ sulla fatturazione elettronica

CNF: FAQ sulla fatturazione elettronica

È stato pubblicato sul sito del CNF un utilissimo documento recante le risposte alle domande più frequenti in materia di fatturazione elettronica per gli avvocati.
Il documento è disponibile a questo link

robertoarcella

6 commenti

Giuseppe Minniti Scritto il18:03 - 4 Gennaio 2019

Ho letto con attenzione il documento però mi resta un dubbio: in caso di sentenza in cui vengo dichiarato antistatario permane l’obbligo di fatturare al mio cliente precisando nelle note che il pagamento viene effettuato dalla controparte che (se la stessa è tenuta) provvederà al versamento della ritenuta d’acconto?
Il mio dubbio nasce dal fatto che in caso di controlli automatici potrebbe esserci qualche problema nell’incrocio dei dati elettronici?
Grazie

Francesco Celano Scritto il18:07 - 4 Gennaio 2019

Grazie mille

Giuseppe Minniti Scritto il14:13 - 21 Gennaio 2019

Continuo a pensare che siamo di fronte ad una criticità del sistema:
fatturo al cliente mi paga la controparte perchè mi sono dichiarato antistatario (assicurazione benca ecc ecc) e il sistema inserirà la fattura nel cassetto fiscale del cliente il quale però non versa la ritenuta presente in fattura in quanto la versa la cp.
Cp mi verserà ritenuta ma non ci sarà una mia fattura nel suo cassetto fiscale.
Stessa criticità è per i CTU che devono fatturare all’ufficio giudiziario che li ha nominati ma poi incassano dalle parti. Il sistema inserisce la fattura tra i crediti da pagare dell’ufficio giudiziario ed occorre l’intervento manuale dell’operatore. Posto il quesito al ministero della Giustizia la risposta è che si tratta di una criticità del sistema ed ha girato l’interrogativo all’agenzia delle entrate (A Novembre) ad oggi, io, non ho notizia di risposte.

    avvfrancescofuscofondiitalia Scritto il20:37 - 27 Gennaio 2019

    1) il sito telematico “Fatture corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate, permette di trasformare il file della fattura elettronica (estensione xml), in PDF, per una migliore visualizzazione (si ricorda che solo il file xml ha validità fiscale);
    il problema nasce quando la fattura elettronica viene anche firmata digitalmente, per cui all’estensione xml si aggiunge p7m (ossia della firma digitale);
    in questo caso, il sistema non permette di eseguire tale operazione di trasformazione;
    per eliminare l’estenzione p7m, è sufficiente (p.es. con la pennetta Aruba Key) eseguire prima la verifica della firma e poi (scegliere l’opzione di) salvare il file, in questo caso, il file viene salvato, sempre tramite la pennetta Aruba, privo della firma digitale quindi con la sola estensione xml;

    2) il sistema rende la “prova legale” che la fattura è stata “ricevuta” (attenzione solo ricevuta ma non che sia stata accettata legalmente) dal destinatario, per cui, forse, il debitore non potrà più eccepire di non avere ricevuto la fattura;
    inoltre siccome la fattura viene riversata nel sistema gestito dall’Agenzia delle Entrate, per cui è possibile scaricare un duplicato informatico, forse, non è più necessario l’intervento del Notaio ai fini dell’emissione del decreto ingiuntivo (va prodotto al Giudice non la scansione della stampa della fattura ma il file della fattura xml)

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: