Depositi telematici in Cassazione: alcune raccomandazioni

Depositi telematici in Cassazione: alcune raccomandazioni

Con l’ultima versione degli schemi xsd per i depositi telematici presso la Corte di Cassazione (contraddistinti dalla sigla “V11”) è stato introdotto lo schema dell’istanza di visibilità, che funziona in maniera del tutto analoga a quella già presente per i depositi dinanzi ai Tribunali ed alle Corti d’Appello, ed è stata aggiunta anche la possibilità di depositare le attestazioni di conformità separate, con il tipo-atto appropriato, rispettoso delle specifiche tecniche previste dall’art. 19-ter del Provvedimento DGSIA del 16 aprile 2014.

Tali schemi sono presenti nel redattore SLpct, che va aggiornato alla versione 1.20.0 (che è quella più recente nel momento in cui scriviamo).

Va anche segnalata la presenza di altri schemi “tipizzati” di deposito, che riguardano i depositi della prova delle notifiche del ricorso o del controricorso o della relativa rinnovazione.  L’utilizzo di tali schemi è di fondamentale importanza ai fini della c.d. “pulizia del dato”, e ciò in quanto il tracciato di tali depositi genera, al momento dell’accettazione del cancelliere, l’evento appropriato e non già un evento generico.

In particolare, per il deposito del ricorso rinotificato va adoperato lo schema “RicorsoRinnovoNotifica“; per il deposito delle cartoline di notifica del ricorso e del controricorso, rispettivamente “AvvisoRicevutaNotificaRicorso” ed “AvvisoRicevutaNotificaControricorso“.

Gli altri schemi tipizzati sono, oltre a quelli delle memorie 378, 380, 380 bis 1, e 380 ter, quello di atti ex art. 372 (“DepositoExArt372”), la “SegnalazioneErroreMateriale“, l’ “IstanzaAssegnazioneSezioniUnite“, l’ “lstanzaPatrocinioASpeseDelloStato“, l’ “IstanzaRiunioneRicorsi“, l’ “IstanzaSollecitaFissazione“, l’ “IstanzaRinnovoNotificaRicorso“, l’ “IstanzaRinvioUdienza“, l’ “IstanzaCessazioneMateriaContendere”, l’ “IstanzaSospensioneGiudizio“, l’integrazione del c.u. (“IntegrazioneSpeseGiustizia”).

 

robertoarcella

Lascia un commento