Avvocato Telematico

La Corte di Cassazione corregge il tiro su INIPEC, chiarendo che costituisce elenco valido ai fini delle notificazioni dell’avvocato

Si pubblica il testo integrale dell’ordinanza emessa dalla Terza Sezione della S.C. il 15/11/2019 (n. 29749/2019) con cui, avvalendosi del procedimento di correzione d’errore materiale, è stata emendata l’ordinanza n. 24160/2019 . Con tale ultimo discusso provvedimento, la Sesta Sezione (sottosezione 3), richiamata altra controversa pronuncia (Cass. 3709/2019), aveva affermato che “per una valida notifica tramite PEC si deve estrarre l’indirizzo del destinatario solo dal pubblico registro ReGIndE e non dal pubblico registro INI-PEC”.

Tale affermazione era ed è del tutto errata alla luce dell’art. 16-ter DL 179/2019, secondo cui “A decorrere dal 15 dicembre 2013, ai fini della notificazione e comunicazione degli atti in materia civile, penale, amministrativa, contabile e stragiudiziale si intendono per pubblici elenchi quelli previsti dagli articoli 6-bis, 6-quater e 62 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, dall’articolo 16, comma 12, del presente decreto, dall’articolo 16, comma 6, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, nonche’ il registro generale degli indirizzi elettronici, gestito dal Ministero della giustizia“, laddove l’art. 6-bis del CAD disciplina proprio il registro INI-PEC che, quindi, costituisce senza ombra di dubbio elenco valido ed utilizzabile per le notificazioni ex art. 3-bis L. 53/1994.

Con l’ordinanza di avantieri, la S.C. ha, come spiegato in motivazione, corretto  un errore di diritto non essenziale ai fini della decisione laddove era stata affermata  “una pretesa inidoneità dell’efficacia di un registro rilevante ai fini delle notificazioni a mezzo PEC” e tanto al dichiarato scopo di “evitare che detto principio venga inteso come espressione di un effettivo convincimento esegetico della Corte nei termini in cui figura letteralmente espresso“.

 

 

 

 

Maggiori informazioni

News: Rallentamenti servizi PEC Giustizia

Fonte DGSIA – 18/9/2019 Si comunica che a partire dalla giornata di ieri sono stati verificati alcuni rallentamenti nella ricezione dei messaggi di posta elettronica certificata (P.E.C.). I messaggi relativi alle ricevute di avvenuta consegna e agli esiti dei controlli automatici perverranno con il completo ripristino del servizio. In attesa della ricezione della ricevuta, non

Maggiori informazioni

News: avviso di Agenzia delle Entrate su falsi messaggi PEC con allegati malevoli

Agenzia delle Entrate ha diramato il comunicato di cui appresso segnalando che ignoti malintenzionati stanno inviando a professionisti ed aziende false pec recanti “un oggetto che assomiglia a un numero di protocollo utilizzato per le classiche comunicazioni dell’Agenzia (COMUNICAZIONE XXXXXXXXXX [ENTRATE|AGEDCXXX|REGISTRO) e includono in allegato un file in formato zip che contiene a sua volta

Maggiori informazioni

Riunione di giudizi nel PCT e problematiche relative alla “visibilità” dei documenti

E’ noto che, allorquando nel processo civile telematico due o più fascicoli vengano fatti oggetto di riunione (artt. 273 e 274 c.p.c.), i depositi vanno effettuati nel fascicolo più “anziano”, vale a dire in quello nel quale sono confluiti i procedimenti riuniti. Dal momento della riunione, ogni attività processuale, ormai comune a tutti i giudizi,

Maggiori informazioni

Agid adotta AkomaNtoso come standard per la documentazione giuridica

Si segnala che, con Circolare n. 2/2019 del 17/7/2019, l’AGID  ha individuato in Akoma Ntoso uno dei formati aperti standard per la documentazione giuridica in sostituzione del “formato per la rappresentazione elettronica dei provvedimenti normativi tramite il linguaggio di marcatura XML”  emanato dall’Autorità per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (AIPA) con Circolare del 22 aprile 2002

Maggiori informazioni

Attenzione: entro il 31/10/2019 occorre aderire al servizio “fatture ricevute in qualità di consumatore finale”

Si ricorda che dall’1/7/2019 ed entro il 31/10/2019 è possibile (ed è consigliabile) aderire  al servizio di “Consultazione” delle fatture elettroniche nell’area personale del sito dell’Agenzia delle Entrate. A partire dal 1° novembre 2019, infatti, sarà possibile (per chi abbia aderito al servizio) consultare (ed effettuare il download) delle fatture elettroniche relative agli acquisti in

Maggiori informazioni

AVVISO: Interruzione servizi informatici settore civile modifiche correttive – Luglio 2019

Fonte DGSIA 18/07/19 Si comunica che, al fine di consentire l’installazione di modifiche correttive sui sistemi del civile si procederà alla interruzione degli stessi con le seguenti modalità temporali: per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale, compresi i giudici di pace, il Portale dei Servizi Telematici, il Portale

Maggiori informazioni