ISCRIZIONE A RUOLO DI SEPARAZIONE E DIVORZI: I "DATI AGGIUNTIVI" DA INSERIRE IN FASE DI COMPILAZIONE DELLA BUSTA

ISCRIZIONE A RUOLO DI SEPARAZIONE E DIVORZI: I "DATI AGGIUNTIVI" DA INSERIRE IN FASE DI COMPILAZIONE DELLA BUSTA

L’iscrizione in modalità telematica dei procedimenti per separazione e divorzio non crea problemi particolari all’avvocato: sono infatti previsti schemi atto di deposito ad hoc  (RicorsoSeparazione e RicorsoDivorzio):

1.jpg

e sono previsti codici oggetto specifici per le separazioni consensuali, per quelle giudiziali e per i divorzi:

2.jpg

Scopo di questo breve articolo è quello di richiamare l’attenzione sui dati aggiuntivi richiesti dai redattori  da inserire in fase di compilazione della busta telematica, e ciò in ragione del fatto che le etichette dei campi previste dagli schemi non sono affatto intuitive.

Si tratta di dati di particolare importanza per la gestione telematica del fascicolo, essendo essi indispensabili per veicolare le successive comunicazioni telematiche che la Cancelleria invia all’Ufficio di Stato Civile del Comune competente: l’inesattezza degli stessi, ove non corretta dalla Cancelleria, potrebbe comportare criticità in tale fase, a discapito dell’interesse dei clienti.

In SLpct, infatti, la settima maschera si presenta come segue:
4.jpg

Confrontiamo la figura che precede con l’estratto di matrimonio preso come esempio (opportunamente oscurato e modificato in alcuni dati):

3.jpg

A) I campi “parte civile” e “parte religiosa” vanno compilati  a seconda se il matrimonio sia stato celebrato solo in sede civile ovvero dinanzi a ministri di culto ammessi dallo Stato.  Si ricorda infatti che i registri di matrimonio si dividono in due parti: nella parte prima (I) sono indicati i matrimoni celebrati davanti all’ufficiale di stato civile, mentre nella parte seconda (II), sezione A, sono trascritti gli atti di matrimonio officiati nel comune davanti a ministri di culto ammessi dallo Stato.

Se il matrimonio viene celebrato in altro comune, l’atto è trascritto nella sezione B del comune di residenza: poiché le annotazioni a margine dell’atto di matrimonio vanno effettuate presso il Comune ove il matrimonio è stato celebrato, occorrerà procurarsi e produrre l’estratto di matrimonio rilasciato da quest’ultimo comune ed inserire i dati ricavati da questo: in altri termini Parte Civile II e sezione B sono dati che non possono essere nel concreto utilizzati ai fini del deposito di ricorsi per separazione e divorzio.

Se invece il matrimonio è celebrato fuori dalla casa del comune, per imminente pericolo di vita, per delegazione o all’estero indicheremo “II” (senza virgolette) in “Parte Civile”  e “C” in serie.

B) Il campo “Numero Matrimonio”: va inserito il numero dell’atto di matrimonio quale risultante dall’estratto.

C) Nel campo “Registro”: va inserito solo l’anno di celebrazione

D) Nel campo “Serie” va inserita la sezione del registro, come già chiarito al punto A che precede

E) I campi “Città” e “Provincia”: corrispondono a quelli della celebrazione del matrimonio

F) Data celebrazione: corrisponde a quella risultante dall’atto di matrimonio

G) Data omologazione: in questa maschera va lasciato in bianco.
Nello schema atto per i ricorsi di divorzio è prevista un’ulteriore schermata, nella quale vanno inseriti anche i dati del procedimento di separazione:10.jpg
Tali dati verranno acquisiti dai registri di cancelleria, nei quali compariranno come segue:
8.jpg

robertoarcella

7 commenti

Stefano Baldoni Scritto il18:35 - 25 Aprile 2018

L’ha ribloggato su SLpct.

si segnala art. avv. R. Arcella, spiega la compilazione dei dati aggiuntivi, separazione e divorzio, nella preparazione della busta telematica | avv. Francesco Fusco (Fondi / Italia) Scritto il18:33 - 26 Aprile 2018

[…] https://avvocatotelematico.wordpress.com/2018/04/25/iscrizione-a-ruolo-di-separazione-e-divorzi-i-da… […]

Bruno Benetti Scritto il16:57 - 27 Aprile 2018

ringrazio come sempre. Nella videata 7) ci sono in fondo altri due campi (Luogo trascrizione e anno registrazione). Anche se già accennato al punto A) potrebbe spiegare anche questi 2 campi?
Cordiali saluti

    Pasquale Carluccio Scritto il12:45 - 13 Settembre 2018

    Quelli, è evidente, riguardano l’omologazione di matrimonio celebrato all’estero.

BRUNO BENETTI Scritto il19:26 - 17 Settembre 2018

grazie!

Massimo Novi Scritto il20:16 - 6 Gennaio 2020

Per il deposito della memoria integrativa ex art. 709 c.p.c. si fa un deposito endoprocedimentale come “memoria generica”?

    Roberto2 Arcella Scritto il08:01 - 26 Gennaio 2020

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: